Retrocessione Serie A: Benevento candidato alla salvezza

849

Dopo aver messo in archivio le prime 22 giornate del campionato di Serie A, andiamo a fare il punto della situazione per quanto riguarda le squadre che stanno seriamente rischiando la retrocessione al campionato cadetto.
Al momento, le squadre che rischiano di più, quelle che si trovano negli ultimi tre posti della classifica sono Cagliari, Parma e Crotone, con il Torino che, però, non è affatto lontano ed è piuttosto in affanno.
Il Benevento, al momento, si trova abbastanza distanziato con 9 punti in più rispetto al Cagliari che è diciottesimo. Punti importanti che permettono una certa tranquillità ma non troppa.

Resta comunque il fatto che in Serie A, scommettere su un casino online quali saranno le squadre a retrocedere ha sempre avuto un certo fascino. Si tratta, infatti, di una sorta di competizione nella competizione, che si conclude solitamente soltanto nelle ultimissime partite, se non addirittura negli ultimi 90 minuti di campionato.
Dunque, come dicevamo, dopo la prima giornata di ritorno possiamo notare una situazione piuttosto definita per alcune squadre, mentre altre dovranno combattere con buona probabilità fino alla fine per conquistarsi la permanenza in A.

Crotone

Nonostante la sua vittoria proprio contro il Benevento avesse riacceso una piccola speranza di salvezza dopo un girone di andata tragico, le quattro sconfitte consecutive arrivate in seguito a quella vittoria hanno praticamente condannato la squadra guidata da Giovanni Stoppa. Viene davvero difficile pensare ad una rimonta dopo dei risultati simili. Proprio per questo motivo il Crotone è tra le squadre favorite per la retrocessione in Serie B.

Parma

Il Parma si è mosso in maniera importante durante il mercato invernale andando a cercare rinforzi per cercare di riparare a questa brutta posizione in classifica. Ma neppure il ritorno di Roberto D’Aversa sulla panchina dei ducali è riuscito a migliorare il suo rendimento.
Infatti, il Parma ha subito una brutta sconfitta nel derby d’Emilia con il Bologna, una sfida che era considerata da tutti come la chiave di volta che avrebbe potuto segnare l’inizio di una rimonta-salvezza. Ma non è andata bene neppure la sfida successiva contro il Verona. E’ abbastanza chiaro che per quanto riguarda il Parma visto fino ad oggi questo non vale la massima serie.

Cagliari

La formazione sarda non riesce a portare a casa una vittoria del 7 novembre, parliamo quindi di oltre tre mesi. Nonostante questo, però, la dirigenza sembra non avere dubbi sulla panchina di Eusebio Di Francesco. A gennaio è tornato tra le fila del Cagliari un certo Nainggolan il quale è andato ad aggiungersi ad una rosa che comunque rappresenta una squadra da terz’ultimo posto in classifica. Riuscirà da solo a sollevare le sorti di questa squadra?

Torino

Che sulla panchina ci sia Giampaolo o Nicola, la squadra granata continua ad avere due volti ed a mostrarli entrambi nel corso dei 90 minuti di gara. Il problema di base è la mancanza di risultati dovuti al fatto che spesso i granata vengono rimontati oppure rimontano dopo un iniziale blackout. Non è chiaro se questo basterà come base per costruire la salvezza del Torino.

Benevento

Gli ultimi due pareggi contro Sampdoria e Bologna hanno smosso leggermente la classifica delle Streghe, le quali comunque continuano a vivere un po’ di rendita in seguito ad un girone d’andata davvero sorprendente. La squadra guidata da Pippo Inzaghi deve essere cauta e non dare assolutamente per scontata la propria salvezza: basterebbe qualche risultato negativo a cambiare drasticamente la loro posizione. Al momento, però, tutto fa ben sperare per una permanenza nel massimo campionato.