Inzaghi ritrova Nesta, ancora emozioni da condividere

665

Dieci anni, duecento partite, dodicimila minuti fianco a fianco in rossonero. La storia del Milan e, in parte, anche quella del calcio europeo e mondiale pende dai gol di Pippo Inzaghi e dai contrasti di Alessandro Nesta. Prima campioni, oggi allenatori in cerca di rilancio in una Serie B sempre più affascinante e ricca di colpi di scena. Una bacheca infinita che raccoglie i trofei degli ex milanisti, compagni di sogni anche in Nazionale in Germania, nel 2006. Pagine di emozioni in una vita spesa tra i duelli in allenamento e le intuizioni di campo condividendo spogliatoio, esperienze e traguardi dall’estate del 2002, post delusione coreana in Coppa del Mondo, al maggio del 2012, quando anche i grandi hanno scelto di commuoversi. Sabato si ritroveranno uno contro l’altro, ad un passo da quel campo che li ha visti protagonisti da giocatori e che aspetta di raccoglierne i trionfi anche nella loro seconda vita calcistica in panchina.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia