La nuova vita di Antonio Vacca: “Ho sbagliato e chiedo scusa. Il Benevento di Inzaghi fa un campionato a parte”

0
2141

Si è rimesso in gioco, cancellando il recente passato e riavviando, ancora una volta, la dinamo della sua carriera per evitare sbalzi di tensione e fare semplicemente la differenza in campo. Antonio Junior Vacca ha scelto Venezia per riassaporare la Serie B staccando la spina dal Sud, caldo ed accogliente, che gli ha regalato tanta adrenalina in ogni avventura vissuta in quel calcio ricco di fantasia. «Le cose vanno abbastanza bene – racconta ai microfoni de Il Sannio Quotidiano – e con i compagni stiamo rispettando quello che è il nostro obiettivo: vogliamo continuare così». Mille motivazioni per riprovarci tra i cadetti, ma riuscire a fare la voce grossa questa volta non sarà facile: «Non mi aspettavo sinceramente tutto questo equilibrio, dalla vetta alle ultime posizioni. Mi aspettavo però l’Empoli un po’ più su in classifica, insieme a Benevento e Crotone». Già, i giallorossi, la vecchia fiamma di Vacca tradita dal suo estro più puro, naturale, ma soprattutto rumoroso. «Se penso alla Strega mi viene in mente Ciro Vigorito che mi ha dato la possibilità di giocare, ed oggi devo ringraziare lui se sono ancora qui nel mondo del calcio. Dopo la sua scomparsa è stato Oreste ad avvicinarsi a me ed il mio grazie più sincero va a loro».

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia