Il progetto ‘Sannio Falanghina’ a Montecitorio

0
794

La Città europea del vino 2019 entra nelle stanze del Parlamento. Ieri mattina sono state presentate a Montecitorio le linee guida dell’iniziativa promossa dai cinque Comuni sanniti di Guardia Sanframondi, Castelvenere, Sant’Agata de’ Goti, Solopaca e Torrecuso. Il progetto ‘Sannio Falanghina’ che ha avuto l’importante riconoscimento di Recevin, la Rete comunitaria delle 800 Città del Vino, pone in risalto l’influenza della cultura enologica ed enoturistica nella società, nel paesaggio, nell’economia, nella gastronomia e nel patrimonio e il suo valore per l’Unione Europea. “L’evento presso la Camera dei Deputati – dichiarano i cinque sindaci (Floriano Panza, Mario Scetta, Carmine Valentino, Pompilio Forgione ed Erasmo Cutillo – non vuole essere una semplice passerella. Siamo a Roma per spiegare il vero obiettivo dell’iniziativa, che non è quello di vivere intensamente un anno di eventi. Al contrario, siamo fermamente convinti che la rete che si è messa all’opera per giungere all’importante riconoscimento di Città europea del vino dovrà essere capace di dare il via, nel corso di quest’anno, ad un percorso che si prefigge importanti obiettivi a medio e lungo termine. Il compito sarà quello di stimolare una cultura dell’accoglienza, intesa nell’accezione più ampia”.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia