Benevento, infermeria piena e nuovo ritiro anticipato

719

Un pareggio devastante come una sconfitta. Un altro mezzo passo falso che certifica il momento no di un Benevento capace di raccogliere solo sette dei 18 punti a disposizione nelle ultime sei partite. Bottino magro, soprattutto per una squadra che si è presentata ai nastri di partenza del campionato con l’ambizione mai nascosta di tornare al più presto in Serie A e che adesso, dopo aver mandato in archivio quasi un terzo di stagione, si trova ai margini della zona play off, con un ritardo di sette lunghezze dal primo posto, attualmente occupato dal Palermo (che ha giocato una partita in più). Normale, quindi, che dopo aver buttato al vento una vittoria che sarebbe stata meritata, in casa Benevento gli ultimi giorni siano stati di riflessione, di consultazioni, di ricerca di una soluzione per tirarsi fuori da una situazione particolarmente delicata. Decisioni drastiche non ne sono state prese e Bucchi resta al suo posto, ma la società ha imposto un nuovo ritiro anticipato. Intanto, la Strega rischia di presentarsi con l’infermeria piena alla gara con lo Spezia.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi