Arriva l’Atalanta: il Benevento cerca punti per rinviare la retrocessione

976

Restare aggrappati alla Serie A il più a lungo possibile. E’ l’obiettivo non dichiarato del Benevento che vuole allungare ancora un po’ i tempi di permanenza in massima serie, farà di tutto per spostare in avanti le lancette dell’ora X, quelle che segneranno il ritorno in cadetteria. Oggi al ‘Vigorito’ arriva l’Atalanta (fischio d’inizio alle 18), in quello che sarà l’ultimo turno infrasettimanale della stagione, e mai come stavolta il risultato andrà oltre la classifica. Certo, di fronte a sé la truppa di De Zerbi troverà una squadra che ha bisogno di punti per non perdere contatto con il settimo posto e che non vuole rinunciare alla seconda qualificazione europea consecutiva, ma la Strega dovrà pensare soprattutto a se stessa, a cercare cioè di ottenere il massimo per non avere con largo anticipo anche l’insindacabile verdetto della matematica a sancire l’ormai scontata retrocessione in Serie B. Insomma, se contro il Sassulo a nutrire il serbatoio degli stimoli ci ha pensato la volontà di infrangere il tabù trasferte, in questa circostanza ad alimentare le motivazioni dei giallorossi ci sarà soprattutto la voglia di rinviare almeno di qualche giorno il verdetto, perché quella odierna può effettivamente trasformarsi nella partita dell’addio (o dell’arrivederci) alla Serie A. De Zerbi concederà un turno di riposo a Sandro e Sagna. Il tecnico bresciano sembra intenzionato a riproporre lo stesso undici visto nell’impegno casalingo contro il Verona, anche se schierati con un assetto diverso: almeno in partenza, l’allenatore giallorosso dovrebbe optare per il 3-4-2-1 con Iemmello e Djuricic in appoggio a Diabaté. Qualche rotazione dovrà farla pure Gasperini che però non ha recuperato nessuno degli infortunati e inoltre ha Toloi squalificato. Il posto del brasiliano verrà preso da Mancini, mentre in attacco il tecnico di Grugliasco ha il dubbio se giocarsi subito la carta del rientrante Petagna o se invece dare di nuovo fiducia dal’inizio al giovane Barrow (classe ‘98). Sugli spalti ci saranno quasi 10 mila spettatori: circa 300 i tifosi provenienti da Bergamo.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia