Giovane gambizzato durante una sparatoria a Montesarchio, ok al rito abbreviato

458

Rito abbreviato. E’ quanto ottenuto dalla difesa di Giacomo Doni, 31enne di Acerra, sulla cui persona pendono le ipotesi accusatorie di lesioni aggravate e porto illegale di un’arma in luogo pubblico. I fatti contestati al soggetto in questione risalgono alla notte del 2 luglio dello scorso anno allorquando, sempre stando alle ricostruzioni che sono state poste in essere dagli inquirenti e, in particolare, dagli uomini dell’Arma dei Carabinieri della Compagnia di Montesarchio, il Doni avrebbe raggiunto la centralissima piazza La Garde di Montesarchio e, una volta sul posto, avrebbe esploso tre colpi di arma da fuoco a distanza ravvicinata – si sarebbe trattato per la precisione di una revolver calibro 38 special – verso il 23enne montesarchiese Manuel Campanile.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia