L’intervista – Masiello: “Falso made in Italy, Coldiretti pronta alla battaglia”

840

“E’ solo l’inizio di una battaglia che condurremo sino in fondo: ci fermeremo solo quando le nostre richieste saranno state accolte. Basta con l’importazione di alimenti che di italiano hanno solo il nome. Se ne convincano a Bruxelles”. E’ Gennarino Masiello, vice presidente nazionale della Coldiretti, l’organizzazione di cui è anche presidente provinciale, a chiarire la posizione della Coldiretti rispetto alle importazioni di cibi e semilavorati che, nella gran parte, sono prodotti non realizzati secondo le norme, severissime, che vigono nel nostro Paese. Un annuncio, che vien subito dopo la mobilitazione dei giorni scorsi alla frontiera del Brennero con migliaia di agricoltori, tra cui un centinaio di sanniti capitanati da Masiello, decisi a smascherare l’ingresso nel nostro Paese di prodotti di origine incerta, che echeggiassero l’italian sound”.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia