Ente idrico, veleni dopo l’intesa: “La coerenza avrebbe dovuto imporre al Pd il rifiuto di ogni accordo”

372

Le elezioni per l’Ente idrico, un ente di sottogoverno che si occupa di gestione delle risorse idriche e di depurazione e che su questi temi ha poteri demandati dalla Regione non trascurabili, hanno portato allo scoperto accordi più o meno velati e contiguità politiche (Damiano, Cataffo e Scarinzi organici ai mastelliani, la stagione di dialogo tra NdC e i vertici provinciali di FdI con Roviezzo nel Consiglio di distretto e sul quale la Lega si trincera dietro il ‘no comment’).

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia