Il Consiglio federale pronto a bocciare la proposta della Lega di Serie A: da Lotito a Lo Monaco, ecco chi deciderà

815

La posizione di Gabriele Gravina è nota, quella del Consiglio Federale pure ed è stata ribadita lo scorso 20 maggio, appena quindici giorni fa. E di certo non potrà cambiare nella riunione decisiva, programmata per domani mattina. Chiaro il comunicato: «In ossequio al principio del merito sportivo quale caposaldo di ogni competizione agonistica, le competizioni nazionali professionistiche vanno concluse sul campo. Precedentemente al riavvio dell’attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove, in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, al fine di individuare l’esito delle competizioni, incluse promozioni e retrocessioni; in caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tangano conto del diverso numero di gare disputate dai club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni».

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia