Bufera sul carcere minorile di Airola: i giovani detenuti hanno utilizzato social e chat porno

0
879

Importante operazione di servizio all’interno del carcere minorile di Airola. La Polizia penitenziaria, infatti, ha scoperto l’uso fraudolento da parte di alcuni detenuti degli apparati tecnologici messi a loro disposizione dal Ministero della Giustizia per consentire i colloqui on line con i familiari.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia