La Serie B cerca una data per ripartire: se ne riparlerà a inizio maggio

0
226

Il pallone non rotola da un po’, ma il calcio non è fermo. Si ragiona su come riprendere le attività in tempi ragionevoli, soprattutto ora che è saltato il tappo che bloccava ogni possibilità di rimodulazione dei calendari, vale a dire il campionato Europeo che si sarebbe dovuto disputare a giugno. Il rinvio della kermesse ha dato un po’ di respiro alle leghe che adesso devono capire innanzitutto quando sarà possibile tornare in campo e poi studiare il modo giusto per portare a termine i tornei. Tenendo sempre bene in mente il diktat dell’Uefa che ha espressamente chiesto di non andare oltre il 30 giugno. Termine inderogabile che in realtà tanto inderogabile non è, perché se ci si dovesse rendere conto dell’impossibilità a ripartire in tempi relativamente brevi, allora inevitabilmente il governo del calcio europeo dovrà prendere in considerazione l’ipotesi di far concludere le competizioni nazionali in piena estate.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia