Veneti disdicono prenotazione in un agriturismo del Sannio: “Meglio non creare disagi”

861

Una vicenda del tutto speculare, simmetrica, a quella occorsa l’altro ieri a Benevento, con 44 turisti religiosi respinti da un esercizio alberghiero perché provenienti da centri a ridosso della zona rossa del contagio, quella occorsa nelle ultime ore per un agriturismo dell’hinterland, alle porte del capoluogo. Un imprenditore veneto – che aveva prenotato una sosta relax nel Sannio nel quadro di un viaggio di lavoro nel Mezzogiorno – ha deciso di rinunciare puntando a concentrarsi solo sull’appuntamento di lavoro, rinunciando appunto a fermarsi per qualche ora per rilassarsi nel verde del beneventano. Quanto raccontatoci dall’operatore agrituristico di contrada Torre Palazzo. “L’imprenditore ha rinunciato a fermarsi presso il nostro esercizio perché ci ha spiegato di non volere metterci in difficoltà, con altri clienti, comprendendo quanto alta sia la paura legata al possibile rischio di contagi”.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di domani – Acquista qui la tua copia