Berrettoni lancia la sfida al Benevento: “Non c’entra nulla con la Serie B, ma il Pordenone proverà a far punti al Vigorito”

0
407

L’esordio in Champions League con la maglia della Lazio, la Serie A in due stagioni e mezzo con il Perugia e poi il Pordenone. Emanuele Berrettoni ha scritto la storia dei ramarri, superando le cento presenze con la maglia dei friulani trascinandoli tra i cadetti prima di iniziare una nuova vita in neroverde. Oggi l’ex attaccante affianca il responsabile dell’area tecnica Matteo Lovisa: “Ho intrapreso questa nuova carriera – racconta a Il Sannio Quotidiano – e sta andando davvero bene, siamo contenti”. A dicembre si è diplomato come direttore sportivo a Coverciano presentando la sua tesi incentrata sul settore giovanile del Pordenone, un club che ormai rappresenta il suo stile di vita: “Aver smesso la carriera qui da vincente è stato bello. Quando sono arrivato, nessuno sperava che riuscissimo ad intraprendere questo percorso. È stato altrettanto emozionante iniziare la mia nuova vita lavorativa in una società per la quale sono innamorato”.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia