Pago Veiano, Carla non ce l’ha fatta: era rimasta gravemente ustionata mentre accendeva il fuoco con l’alcol

0
532

Grande sconforto e incredulità nella comunità di Pago Veiano per la morte di Carla Zen. La settantaduenne della ridente cittadina del pre-Fortore, come si ricorderà, rimase gravemente ustionata lo scorso 21 gennaio nel tentativo di accendere il fuoco presso la sua abitazione cercando di ravvivare il focolaio gettando dell’alcol. Dopo essere stata ricoverata presso l’ospedale “San Pio” di Benevento, gli stessi medici suggerirono il trasporto in elisoccorso al centro grandi ustionati di Bari, polo specializzato. E proprio al policlinico universitario del capoluogo pugliese, Carla Zen all’età di 72 anni, è deceduta lasciando nello sconforto il marito Mario De Ieso, i figli Tonino e Lorena, come pure il genero Jean-Francois, il nipote Luca e tantissimi amici e parenti.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia