L’ira dei cittadini di Tufara Valle dopo l’ennesimo incidente: “Ora basta, vogliamo sicurezza”

0
679

Cinque Comuni e due Province per la giurisdizione di Tufara Valle. Millecento abitanti ed una lingua di territorio dove la burocrazia, considerata la pluralità di soggetti istituzionali interessati, diventa ancora più complicata. E, con essa, la risoluzione dei problemi. Una larga rappresentanza della cittadinanza locale ha partecipato, giovedi sera, alla libera riunione parrocchiale, allestita con il passaparola, presso la Sala Parrocchiale della Chiesa Madonna del Carmine di Tufara Valle. L’incontro di riflessione è scaturito a seguito dell’ennesimo tragico incidente che ha lasciato sul selciato, come drammaticamente noto, il corpo privo di vita di Maurizio D’Avola, cittadino di Montesarchio che svolgeva la sua attività di lavoro proprio nella zona alta del paese.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia