La testimonianza: “Lasciato a Natale senza reddito di cittadinanza: tutto per un dato errato non corretto dall’Inps”

789

“Un Natale amaro” quello che è stato vissuto dal cinquantenne G.M. operaio edile da tempo disoccupato. L’uomo, residente in provincia di Benevento, a partire dallo scorso giugno aveva ottenuto il reddito di cittadinanza riuscendo così a vivere dignitosamente. Ma a novembre si è materializzata la mannaia sulle sue spalle: ha scoperto che il sussidio gli era stato revocato: motivo il fatto che sulla procedura attivata in sede di un Caf, per un errore o una incomprensione era stato scritto che una delle due figlie dell’uomo era a suo carico mentre non era così essendo l’uomo separato dalla moglie e una figlia automa e l’altra a carico dell’ex consorte.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia