Rapina finita nel sangue, 18 anni a Spitaletta

974

Diciotto anni di reclusione per l’omicidio preterintenzionale dell’85enne Giovanni Parente, morto in ospedale dopo le percosse e la caduta al suolo, subite nel corso di una rapina in abitazione, per Paolo Spitaletta, cinquantenne di Tocco Caudio, arrestato nel maggio dell’anno scorso, come sospettato dell’omicidio del 26enne Valentino Improta, che a quel raid predatorio aveva partecipato a sua volta.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia