Rete ictus, ospedale ‘San Pio’ all’avanguardia

777

Nel beneventano emerge un quadro positivo per l’assicurazione dei livelli essenziali assistenza e cura dal documento di programmazione regionale per la rete stroke, quella per il contrasto e la cura delle varie forme di Ictus, ischemia e emorragia cerebrale nella programmazione regionale, così come approvata dal Ministero della Salute e pubblicata sull’albo pretorio regionale (decreto commissariale 63 del 29 luglio 2019). Nella macroarea Irpinia-Sannio restano come stroke unit di II livello, vale a dire poli ospedalieri che possono prestare ogni tipologia di cura per ischemici (dai trattamenti chirurgici per via endovascolare, ai trattamenti di trombolisi), con la presenza di una strutturazione in termini di apparecchiature e personale medico e infermieristico adeguata, sia il ‘Moscati’ (dato scontato) che il presidio ‘Rummo’ del ‘San Pio’ (dato non del tutto scontato, avendo riguardo alla programmazione ospedaliera come formulata nell’autunno del 2019).

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia