Un network contro la prostituzione

0
340

Rendere il territorio di Benevento e provincia libero dal fenomeno della tratta e dello sfruttamento delle donne: è l’obiettivo del progetto ‘Esther per non dimenticare’ presentato presso la sede della Pastorale giovanile della Curia di Benevento. Un’iniziativa che nasce nel solco di diverse azioni intraprese da Caritas Benevento e dal Consorzio ‘Il Sale della Terra’ insieme ad altre associazioni, per reagire dopo il barbaro omicidio di Esther Johnson, donna nigeriana proveniente da Castelvolturno, costretta a prostituirsi ed uccisa a Benevento nel 2016. Don Maurizio Sperandeo ha ricordato le parole di Papa Bergoglio sul fenomeno della tratta: “Arrestare i trafficanti è un dovere di giustizia. Ma la soluzione è la conversione dei cuori”. Sulla gravità della situazione relativa alla tratta delle migranti e al loro sfruttamento si è soffermata Mariaelena Morelli, coordinatrice Sprar di Caritas e Consorzio ‘Sale della Terra’. “Con l’iniziativa ‘Esther per non dimenticare’ vogliamo rendere il Sannio libero dalla tratta delle donne ridotte a schiave sessuali, un territorio ‘Tratta Free’”, ha detto il coordinatore delle opere segno della Caritas e direttore del consorzio Moretti.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia