Accusata di induzione al suicidio, la 42enne rumena respinge le accuse

0
444

Niente istigazione al suicidio. Ha respinto l’accusa contestatele, Sonia Matei, 42enne rumena (difesa dall’avvocato, Luca Cavuoto) residente a San Giorgio del Sannio e ritenuta dagli inquirenti la escort che avrebbe indotto al suicidio un suo cliente, un uomo di 47 anni di Ariano Irpino, poi suicidatosi un anno e mezzo fa.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia