‘Il cinema degli ultimi’, si pensa già alla seconda edizione

828

Tra Natale e l’Epifania, durante i giorni che per l’antica tradizione contadina erano dotati di un magico potere perché ciascuno di essi racchiudeva ciò che sarebbe avvenuto in ciascuno dei mesi dell’anno nuovo, a Montefalcone è andata in scena la rassegna ‘Il Cinema degli ultimi’. Una manifestazione che, con la direzione artistica di Toni D’Angelo, si è svolta nel salone del Museo della civiltà contadina ‘Cosimo Nardi’ con una grande partecipazione popolare. Incontri con attori di primo piano, proiezioni, ma anche le visite guidate alla collezione del Museo, che conserva oltre 3mila oggetti, a cura di Francesco Nardi, e alla mostra ‘Le antenate dimenticate. Alle origini della civiltà contadina e pastorale’, che ricostruisce un interessante quanto inedito percorso tra fonti dal XIV al XVIII secolo sulle prime donne che furono compagne, rispettivamente del primo agricoltore (Caino) e del primo pastore (Abele) secondo le tre religioni mediterranee, a cura di Gea Palumbo.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia