Airola – Giovane si toglie la vita nell’azienda

1699

Uno choc per un’intera comunità che, dopo il fine settimana, si stava rimettendo in moto in un lunedì mattina come tanti. Agostino Falzarano, 23enne figlio del docente di musica Giorgio, si è tolto la vita. Lo hanno ritrovato ieri mattina, penzolante da una trave della ‘Vivai Cecere’, azienda di contrada Padula di Airola dove lo stesso lavorava da qualche tempo. A fare la macabra scoperta il titolare, un 70enne, che, nell’entrare nello stabilimento, si è trovato al cospetto del tremendo spettacolo. Agostino, da prime ricostruzioni, aveva passato una serata con gli amici, ma non era tornato a casa. Aveva le chiavi dell’azienda dove lavorava, e lì ha compiuto il gesto disperato.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi