La Lega sbarca nel Sannio, per ora gelo con Mastella

0
754

Sbarco nel Sannio della Lega che ieri con Ricciardi (coordinatore provinciale) e Cantalamessa (numero uno regionale del Carroccio) ha svelato le carte in provincia di Benevento. In platea tre sindaci e diversi amministratori tra cui 3 consigliere comunali del capoluogo provinciale. Alla notizia che due consigliere comunali (oltre alla già nota salviniana Pedà) erano nella platea leghista dell’Una Hotel, Clemente Mastella non fa salti di gioia. A quella che c’era anche il presidente del Consiglio comunale De Minico s’inviperisce. Il Sindaco di Benevento è stato convitato di pietra alla convention della formazione di Matteo Salvini. Il coordinatore Ricciardi ha annunciato che entro fine anno il gruppo del Carroccio sarà ufficializzato a Palazzo Mosti e in effetti in platea c’erano tre consigliere (Pedà, Russo e Saginario), tante quante ne servono per comporre un plotone autonomo. Mastella (che ha sfiorato la rottura con il suo presidente del Consiglio comunale per la presenza di questi alla manifestazione) frena da un canto e ammonisce dall’altro: “Anzitutto occorre vedere se le due consigliere (Russo e Saginario, elette nelle sue stesse liste nel 2016) faranno davvero l’operazione…”. Non è un mistero che Mastella cercherà di evitarlo. Sinora l’interdizione è riuscita, ma la presenza delle due alla convention parla chiaro così come Saginario non ha nascosto nemmeno alle consigliere colleghe di maggioranza la simpatia politica per la formazione di Salvini. Occorrerà attendere l’evoluzione ufficiale, tuttavia il Sindaco avverte: “Occorrerà vedere. In tanti Enti e Regioni Lega e Forza Italia sono alleate. Qui c’è un problema però: è la Lega che sinora in Consiglio è contro di me, visto l’atteggiamento in Aula della sua esponente Pina Pedà che vota regolarmente contro le delibere e attacca l’amministrazione. Se il gruppo si fa sulla falsariga dell’atteggiamento di Pedà per me sono all’opposizione, se poi si ragiona è un altro conto”. Ieri Ricciardi e Cantalamessa hanno confermato comunque che negli enti locali la linea resta quella dell’alleanza di centrodestra e della collaborazione con i berlusconiani.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi