Il Benevento ci ricasca: sconfitta e fischi

0
398

Altro che tris. Nella terza partita consecutiva davanti al proprio pubblico, il Benevento produce novanta minuti di clamorosa retromarcia, finendo per subire la terza sconfitta stagionale, la seconda subita al ‘Vigorito’. Un ko che semina tracce fastidiose, che alimenta nuovamente quelle paure, quegli interrogativi e quelle angosce emerse dopo il doppio passo falso con Foggia e Pescara, e che sembravano ormai seppellite. Non è così, perché la Strega ci ricasca. Si inceppa di nuovo, nonostante il gol di Coda in avvio di partita. Una rete che ha dato a tutti l’illusione di un pomeriggio al miele. Da quel momento in poi, invece, è iniziato il fiele. L’Ascoli ha avuto la forza di ribaltare il risultato, il Benevento è andato al tappeto, non trovando più le energie per rialzarsi. Stordito e disorientato, ha arrangiato calcio approssimativo, finendo per arrendersi a un ko che rischia di far scivolare i giallorossi addirittura fuori dalla zona play off.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia