Stadio, scelto il modello Napoli

0
1540

Com’era ampiamente prevedibile torna d’attualità la questione stadio. Il Benevento deve presentare entro la seconda decade di giugno un titolo giuridico che lo abiliti all’iscrizione al campionato di serie B e alla deadline non mancano che una manciata di giorni (è fissata per il 20 giugno). La convenzione che assegna il titolo giuridico al Benevento per fruire dell’impianto comunale è scaduta e l’anno scorso è stata prorogata di un anno dalla Giunta comunale su proposta firmata direttamente dal sindaco Mastella. E’ una operazione che si ripeterà anche quest’anno con una procedura che ricorda da vicino quella che a Napoli viene utilizzata nel rapporto De Laurentiis-De Magistris per far giocare gli azzurri allo stadio San Paolo. Ieri l’amministrazione ha annunciato – con una nota congiunta del sindaco, del delegato allo sport Lauro e del presidente della commissione consiliare Paglia – l’intenzione di sfruttare la possibilità offerta dalla Legge 147 del 2013. Una disposizione normativa, studiata appositamente per i grandi impianti sportivi, che consente il procedimento di affidamento in concessione al soggetto privato che presenti un progetto di valorizzazione dell’impianto stesso. Il Benevento ha già depositato una richiesta per aderire alla procedura della normativa e riceverà dal Comune una risposta positiva. Dopodichè sempre il soggetto privato promotore depositerà un progetto preliminare corredato da uno studio di fattibilità e darà concreto avvio alla procedura d’applicazione della 147 del 2013. Il Comune avrà a disposizione tre mesi (i canonici 90 giorni) per valutarne la fattibilità e la compatibilità con le esigenze dell’Ente. La palla dopo un trimestre tornerà al soggetto promotore del progetto di finanza (naturalmente il Benevento calcio) che redigerà il progetto definitivo. Prima che venga formalizzato l’affidamento in concessione pluriennale dello stadio, il Consiglio comunale dovrà riconoscere la pubblica utilità di quanto il privato stesso mette in campo.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia