Benevento, ultima chiamata: a San Siro con la B in tasca

1117

Aggrappato alla Serie A, ma anche all’orgoglio, alla legge dei grandi numeri e pure all’imprevedibilità del pallone. Le proverà tutte il Benevento che vuole vincere la scommessa più ardita, quella di portar via i tre punti da San Siro nella sfida contro il Milan e di rinviare di un’altra settimana l’appuntamento con la retrocessione in Serie B. Stavolta, però, la Strega non è artefice del proprio destino, tanto è vero che rischia di scendere in campo questa sera con la condanna alla cadetteria già in tasca. Dipenderà tutto dal risultato di Spal-Roma che si giocherà alle 15: se gli spallini riusciranno a strappare anche un solo punto alla terza forza del campionato, allora il sigillo della matematica sul ritornoin B dei giallorossi arriverà con qualche ora d’anticipo. Dunque, il confine tra la permanenza in A e la retrocessione è sottilissimo, quel filo a cui la truppa sannita si è aggrappata dopo la gara di mercoledì con l’Atalanta rischia seriamente di spezzarsi, anche perché il calendario, impietoso, mostra alla formazione di De Zerbi una delle trasferte più difficili della stagione: al ‘Meazza’, sul campo di un Milan che non vince da un mese e che, proprio per questo, avrà più rabbia nell’anima e chilometri nel motore.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia