Tomescu, cantrice della ruralità del Sannio

0
193

“L’arte riempie la mia esistenza d’un incanto ineffabile – scriveva nel 1926 Virginia Tomescu Scrocco – per abituarsi a osservare la natura occorre una lunga educazione dell’occhio: solo dopo molto studio si arriva a percepire le infinite finezze del plein air, molto diverse dalla durezza di contorni che si osserva in un ambiente chiuso.” Virginia Tomescu nasce a Bucarest nel 1886 e molto presto inizia la sua educazione artistica in Romania. All’età di diciassette anni si reca a Parigi per iscriversi all’Accademia d’Arte Julien.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia