La gara col Verona si giocherà il 4 aprile alle 15 o alle 18

0
126

Accanto alla tragedia che ha colpito Astori e la Fiorentina, c’è pure la consapevolezza che si debba andare avanti, che debba esserci un dopo. E chi deve organizzarlo, ha dovuto fare i conti con tutti gli intoppi di un calendario particolarmente infarcito di impegni. Ieri nella riunione di Lega, aperta con un lungo applauso per il capitano viola, tutto è stato pianificato, fatta eccezione per Milan-Inter che verrà fissato in base al cammino europeo della formazione rossonera. Per le altre, è stato tutto deciso: i recuperi si giocheranno il 3 e il 4 aprile e oggi verranno ufficializzati gli orari. Nel dettaglio, Benevento-Verona si giocherà il 4 aprile probabilmente alle 15 (ma potrebbe slittare alle 18) allo stadio ‘Vigorito’. La sfida salvezza con gli scaligeri cadrà dunque tra la trasferta di Roma con la Lazio, in programma il 31 marzo il sabato prima di Pasqua, e la gara interna con la Juventus in agenda invece sabato 7 aprile al ‘Vigorito’. Scartate dunque le prime ipotesi, quella del 14 marzo (scartata perché la Fiorentina non voleva tornare a Udine dopo pochi giorni dalla tragedia) e quella del 9 maggio: tra impegni europei, la sosta delle nazionali e le norme Fifa sul riposo dei giocatori prima del Mondiale, era impossibile fare diversamente. Dunque, si giocherà il 3 e il 4 aprile, in con- temporanea con gli impegni di Champions League: ed è per questo che si giocherà alle 15 (o alle 18) e non in notturna, perché le norme Uefa impediscono di accavallare gare di campionato a quelle europee. Così ad aprile il calendario diventa pieno zeppo di impegni: dal 31 marzo al 22 aprile il Benevento giocherà contro Lazio, Verona, Juventus, Sassuolo, Atalanta e Milan. Sei partite in 22 giorni: si scenderà in campo fino a fine mese ogni tre giorni. Sarà quello il rush decisivo per rientrare in corsa per la salvezza.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia