La prima alla Scala del calcio: il Benevento sogna l’acuto

680

C’è l’orgoglio che tracima per la possibilità di essere protagonisti nello stadio più prestigioso e affascinante d’Italia, c’è il peso della tradizione, ma c’è anche una notte che, a prescindere dall’esito finale, sarà magica per il Benevento e i suoi tifosi. Che oggi per la prima volta metteranno piede nella Scala del calcio: la truppa di De Zerbi lo farà cercando un’impresa memorabile per dare un sostanzioso seguito al successo di domenica scorsa contro il Crotone, mentre dal terzo anello blu dello stadio ‘Meazza’ gli oltre 1.200 sanniti imbracceranno bandiere e vessilli di ogni genere e si lasceranno travolgere dalle emozioni di questo imperdibile appuntamento con la storia. Nel settore ospiti come in campo il sentimento condiviso sarà l’ottimismo, impastato però con la consapevolezza che sarà dura, durissima riuscire a portar via qualche punto dal faccia a faccia con l’Inter. Ma il sogno di fare un colpaccio a ‘San Siro’ il Benevento lo accarezzerà fino a che potrà: al palcoscenico più ambito e importante, la Strega si affaccerà senza complessi di inferiorità. Si aggrapperà al suo orgoglio, al carattere, alla voglia del gruppo di forzare il trend e di ribaltare un destino che sembra segnato, persino alla proverbiale imprevedibilità del pallone per tentare di tornare nel Sannio con in tasca un risultato prestigioso.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia