Il Benevento di nuovo in ritiro: è il quarto in tre mesi

668

La sconfitta con l’Atalanta porta conseguenze in casa Benevento. Le solite perché, dopo l’ennesimo ko stagionale, la società e il tecnico De Zerbi hanno scelto di continuare con la linea dura, ordinando il ritiro a oltranza. La decisione è arrivata nella tarda mattinata di ieri, proprio quando la squadra, dopo l’allenamento defaticante svolto in Lombardia, si sarebbe dovuta mettere in viaggio per tornare nel Sannio. Su quel volo Ryanair partito da Orio al Serio alle 16.23 e atterrato a Capodichino alle 17.40, i giallorossi non hanno messo piede: prenotazione annullata, che probabilmente slitterà a giovedì o, al massimo, a venerdì, quando si tornerà all’ombra della Dormiente per la gara con il Milan. Ma non è escluso che, dopo il match di domenica con i rossoneri, il Benevento possa nuovamente andare in clausura. Quello scattato ufficialmente ieri mattina è il quarto ritiro stagionale (escluso il doppio ritiro estivo, ovviamente) per i giallorossi in appena tre mesi di campionato. La differenza, rispetto alle tre occasioni precedenti, è che stavolta Del Pinto e compagni non sanno fino a quando saranno costretti a rimanere in castigo: ritiro sine die (ossia ad oltranza), questo quanto disposto dal presidente Vigorito con l’avallo del tecnico De Zerbi. Al gruppo, almeno fino a ieri, non si erano aggregati Iemmello, Lazaar, Parigini, Letizia, capitan Lucioni e Ciciretti: i primi due resteranno a curarsi a Barcellona alla clinica Quiron (anche il laterale marocchino è in Spagna ormai da tre giorni), mentre gli altri raggiungeranno la squadra già oggi, con l’eccezione del numero dieci giallorosso che ha necessità di seguire uno specifico programma di recupero per superare il nuovo problema muscolare accusato dopo la partita col Sassuolo. La sua presenza per la gara con il Milan è a forte rischio: anzi, per riaverlo a disposizione serve solo un miracolo. Più probabile che il fantasista della Magliana rientri solo per la trasferta di Udine, in programma il 10 dicembre.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia