La Faggeta di Monte Calvello sfregiata dai rifiuti

831

Il caldo feroce di questa lunga estate ha spinto in tanti a trovare refrigerio sulle alture. A Pontelandolfo uno dei luoghi più frequentati, non solo dalla gente del posto ma anche e soprattutto da famiglie provenienti da altre località, è Monte Calvello, a quota 1017 metri, coperto per una parte dal verde della faggeta secolare le cui piante alte e rigogliose garantiscono l’immersione in un fresco perenne. È sicuramente un luogo di rara bellezza: entrare nella faggeta è come aprire le porte a un altro mondo, un mondo che ci appartiene ma che non conosciamo, un mondo misterioso, affascinante, tutto da scoprire. Eppure, in tanti non hanno dimostrato alcun rispetto per questi luoghi.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia