Unisannio, iscritti in flessione

758

L’Università degli Studi del Sannio è tra gli Atenei statali che hanno registrato la maggiore contrazione di iscritti per l’anno accademico 2016 – 2017: una flessione pari ad un calo delle iscrizioni del 4,7%. Un dato in controtendenza rispetto a quanto accade nel resto della regione dove tranne per Napoli Parthenope, in flessione del -1,5%, i numeri in termini di variazione parlano di crescita: +2,5% per le matricole de “L’Orientale”; +2,5% per la “Federico II”; +3,7% per la “Sun”; +8,6% per l’Università di Salerno”. Se Unisannio “piange” le cose sembrano andare a gonfie vele per l’Ateneo telematico “Giustino Fortunato” di Benevento che secondo il report de “la Repubblica” ha visto le iscrizioni crescere del +70,7%. Colpisce la circostanza che la flessione di Unisannio è tra le più serie tra gli Atenei statali e va in controtendenza rispetto al dato nazionale che parla di una crescita che si attesta in media al +4,3% con 283.414 matricole nei poli universitari italiani, 12.295 in più rispetto all’anno 2015 – 2016.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia