“Mi pento ma non sono un mostro”

793

Si è detta profondamente pentita di quanto ha fatto ma ha anche giustificato quel suo comportamento spiegando di non essere il mostro che tutti ora dicono. Così, oggi, Maria, la maestra della scuola Primaria dell’Infanzia di Amorosi accusata di maltrattamenti sugli alunni, si è difesa davanti al giudice per le indagini preliminari che l’ha interrogata. La donna è comparsa insieme al suo legale di fiducia, l’avvocato Aldo Minauro, davanti al gip rispondendo delle accuse a suo carico e fornendo tutte le spiegazioni del caso.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia