Rubriche – Stefano Borgia, grande studioso senza riconoscimenti

515

“Nessuno è profeta nella sua patria”, sentenziano compatti i Vangeli (Matteo, 13,57; Marco,6,4; Luca, 4,24; Giovanni, 4,44). È accaduto anche a Stefano Borgia, autore della migliore storia del Sannio – le Memorie istoriche della città pontificia di Benevento, tre volumi stampati dal Salomoni in Roma, 1761/1759 – alla quale si sono abbeverati generazioni di studiosi. Al Borgia non sono intitolate strade o piazze, nemmeno una targa appare in aule scolastiche come in enti culturali, niente di niente sul piano ecclesiale. Il concertato silenzio forse dipende dal fatto che sia nato a Velletri (3 dicembre 1731) e scomparso in Francia (a Lione, 23 novembre 1804). Il “provincialismo” è un atteggiamento assai diffuso.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia