Vacanze: dalla Campania alla Sardegna

149

L’Italia non è il bel paese solo per lo straordinario cibo, la nostra penisola è amata anche per i grandi siti archeologici, la storia e le opere d’arte. La Sardegna, in particolar modo, risulta essere una calamita per stranieri e italiani, soprattutto per quelli che abitano in montagna e hanno voglia di cambiare aria.

 

Gli abitanti dell’entroterra campano, per esempio, abituati alla bellezza della costiera amalfitana cercano qualcosa che sia almeno paragonabile e la Sardegna con il suo mare ed il suo cibo sembra essere la meta perfetta.

 

Inoltre, grazie al grande numero di tratte marittime presenti in tutta Italia è facilmente raggiungibile da tutti i porti della penisola approfittando anche di tutte le offerte sui traghetti diretti in Sardegna.

Qual è il periodo migliore per visitare la Sardegna?

Per quest’anno il periodo migliore per andare in terra sarda è sicuramente in primavera o in autunno, cioè in bassa stagione. In questi due periodi dell’anno non solo si possono trovare i biglietti dei traghetti a un prezzo molto conveniente, ma ci saranno anche meno turisti e si potrà godere delle spiagge in piena libertà.

 

Marzo e aprile, per esempio, potrebbero essere i mesi perfetti per visitare in tranquillità l’isola e godere comunque del bel tempo. Per tutto il mese di aprile, infatti, le temperature si aggirano intorno ai 25 gradi e lo stesso vale per il mese di settembre, quindi perché dannarsi con il caldo torrido e dividere la spiaggia con i milioni di turisti?

 

Alghero, è una città meravigliosa da visitare durante la bassa stagione e godere in tutto relax della bellezza naturalistica della Sardegna.

Spiagge da non perdere

Come abbiamo detto all’inizio, la Sardegna è la meta preferita da chi abita in montagna e ha voglia di mare e ovviamente gli amanti delle spiagge potranno confermarlo. Ma questa isola è la meta perfetta anche per tutti quelli che hanno voglia di esplorare spiagge meno conosciute e restare sorpresi dall’infinita bellezza di queste località nascoste.

 

L’isola, infatti, non è fatta solo di spiagge dalla sabbia bianca e acqua cristallina, ma è piena di piccole baie circondate da affascinanti formazioni rocciose. Tuttavia, le spiagge più belle che sicuramente non si possono perdere sono:

  • Spiaggia Di Li Cossi
  • Cala Spinosa
  • Cala Coticcio
  • Tuerredda
  • Rena Majori

Ma se si ha tempo a disposizione si possono esplorare queste ed altre bellezze nascoste su tutto il territorio sardo.

Piatti sardi da provare

Noi italiani siamo sempre abituati a mangiare bene e allo stesso tempo troppo legati ai piatti tipici della nostra regione di appartenenza, ma in questa regione c’è una serie di prelibatezze che sono assolutamente da provare.

 

Inoltre, contrariamente a quanto si possa pensare, la cucina sarda non ha una vasta tradizione di piatti a base di pesce e frutti di mare, ma sono per lo più a base di carne. Basta pensare al maialino sardo che viene cotto direttamente sul fuoco e condito solo con sale.

 

Ma questo non deve impedire al vostro palato di deliziarsi con cozze, gamberi e vongole che possono essere trovati in ogni angolo dell’isola. Da provare anche la tipica pasta sarda, la Fregola.

 

Per quanto riguarda i dolci sardi, invece, consigliamo:

  • Papassini
  • Tiricche
  • Seadas
  • Pirichittus
  • Amaretti sardi