Ipm di Airola, il Garante dei detenuti: “Chat porno? Tutto falso”

806

“Il comunicato del Sappe è fuorviante. Quanto riportato non corrisponde al vero”. Chi parla è Samuele Ciambriello, Garante campano dei Detenuti. Il riferimento è alla nota, rilanciata poi da media locali e nazionali, con la quale il Sappe aveva denunciato il caso di un detenuto, ristretto presso l’Ipm di Airola che, a detta della sigla, avrebbe fatto invio di foto, dall’interno della cella, a emittenti locali e, addirittura, avuto accesso a chat porno con i dispositivi telematici messi a disposizione per i colloqui.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia