L’Uefa detta la linea: campionati da finire entro il 30 giugno, virus permettendo

513

Un punto per la ripartenza è stato fissato. La pandemia ha messo alle corde il mondo del calcio che sta provando ad adeguarsi e a riorganizzarsi per venirne fuori, tentando in tutti i modi di contenere i danni. Il primo effetto è il rinvio degli Europei che sarebbero dovuti iniziare il prossimo 12 giugno. Quella di rinviare la manifestazione al 2021 era una decisione inevitabile che è stata ufficializzata ieri dall’Uefa al termine del confronto con i rappresentanti delle 55 federazioni continentali. Scelta scontata che, però, al tempo stesso rappresenta un tassello fondamentale perché dà alle varie leghe più margini di manovra nella rimodulazione del calendario, concedendo a ognuna la possibilità di occupare nuove finestre per concludere nei tempi previsti i propri cammini.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia