Coldiretti: “Consorzio, la nostra è l’unica proposta concreta: noi agiamo, gli altri blaterano”

573

I poli opposti, in barba a quel film di Clooney, non si attraggono. E’ scontro aperto tra le due sigle principali dell’associazionismo agricolo, Cia e Coldiretti, storicamente comunque divise da radici culturali e approcci complessivi differenti. Su Il Sannio quotidiano prosegue il dibattito sulle diverse proposte per salvare il Consorzio agrario e il gioiellino Cantina del Taburno dal naufragio. Se la Cia accusava Coldiretti di tentativi di speculazioni e la invitata a operare con più trasparenza, oggi arriva la dura replica del vicepresidente nazionale e presidente regionale di Coldiretti Masiello che peraltro svela un retroscena importante: un anno fa circa, lo stesso Masiello partecipò a Foglianise ad un’assemblea della coop viticoltori del Taburno e lì a chiare lettere rivelò che il Cecas avrebbe tentato di ‘scalare’ il Consorzio proprio per metterlo in sicurezza.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia