Apice – Debiti post dissesto, chiesta una retromarcia

593

Il Consiglio comunale di Apice nella seduta di lunedì ha dato seguito al percorso di riconoscimento di debiti fuori bilancio avviato il 25 novembre scorso con l’approvazione di nove transazioni. Nove accordi con altrettanti creditori che non avevano accettato la precedente proposta dell’Organo straordinario di liquidazione del dissesto. Lunedì sul tavolo sono arrivate altre proposte: inizialmente l’ordine del giorno conteneva nove voci, poi con un’integrazione l’amministrazione ha portato a tredici il totale di debiti da riconoscere. La delibera di approvazione registra unicamente i voti favorevoli della squadra di maggioranza, poiché nell’aula di piazza della Ricostruzione i consiglieri Pietro Carbone e Angelo Maria Cammarano si sono astenuti, mentre era assente l’altro duo di minoranza composto da Ivan Zullo e Gerardo Pellino.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia