Droga e cellulare in carcere, nei guai sorella e fidanzata di un detenuto

869

Resta forte il rischio di introduzione di droga e di mini cellulari in carcere ma è altrettanto alta la vigilanza degli agenti del drappello di polizia penitenziaria presso la casa circondariale di Benevento. E’ quanto emerge dall’ultimo episodio verificatosi venerdì. Nel corso del colloquio tra un detenuto e la sorella trentenne di Crispano e della fidanzata ventenne di Sant’Anastasia (peraltro alla presenza dei figli minori della trentenne) i poliziotti penitenziari hanno notato movimenti strani e sono intervenuti.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia