Paladua, la partita si gioca a palla avvelenata: caso in tribunale

698

Palla avvelenata. Il tempio della pallamano beneventana, uno degli impianti sportivi più prestigiosi della città, capace di resistere alla piena del Calore e di risorgere dalla calamità dell’alluvione, finisce al centro di una partita in cui protagonisti non sono atleti e arbitri, ma dirigenti, comunali e sportivi, politici con la partecipazione, straordinaria e decisiva, di avvocati e giudici. Sugli impianti sportivi si continua a combattere, in realtà, una battaglia senza esclusione di colpi.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia