Eramo torna per la prima volta al ‘Vigorito’: “Benevento, felice di ritrovarti. Nel Sannio sei mesi fantastici”

810

Sei mesi da protagonista nel Benevento ed oggi, a distanza di qualche anno, il nuovo punto di riferimento della Virtus Entella. Nel repertorio un ruolo imprescindibile al centro del mondo giallorosso ed una Serie A conquistata sul campo e poi salutata, una volta compiuta la sua missione. Domenica Mirko Eramo tornerà per la prima volta al “Vigorito” da avversario dopo l’esperienza vissuta con i colori della Strega. Sarà una giornata particolare per l’ex centrocampista degli stregoni, sbarcato a Chiavari nella torrida estate del 2017 ed oggi ancora lì a difendere i colori della Virtus. La sua Entella ha scelto di ricominciare dalla serie cadetta a suon di risultati positivi, attirando su di sé i riflettori della Serie B: “C’è tanto entusiasmo, anche perché il gruppo per la maggior parte è lo stesso che ha vinto lo scorso anno il campionato di Serie C, quindi ci conosciamo tutti molto bene. Siamo bravi ragazzi, ci diamo una mano l’uno con l’altro e questo si avverte soprattutto in campo. A volte anche se sei un po’ inferiore rispetto all’avversario ma puoi contare su valori come questo poi le partite le vinci”. Ottima partenza anche a livello personale, in una città che sta pian piano diventando il suo posto nel mondo: “Ho avuto un piccolo problema a Pescara, però ora è tutto risolto. Devo dire che stiamo andando bene, peccato per quella battuta d’arresto di martedì. Qui alla Virtus mi sto trovando benissimo: per un ragazzo che ha una famiglia, vivere qui è l’ideale per fare calcio perché ti lasciano vivere sereno e devi pensare solo a giocare. Purtroppo nell’anno in cui sono arrivato c’è stata la retrocessione, però anche grazie ai valori della società e al presidente siamo riusciti a risalire”.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia