Famiglia costretta a vivere in un furgone, l’appello di Ciambriello

972

Uno sforzo di carità. E’ quello che chiede Giuseppe Ciambriello, numero due nazionale di ‘Africa Mission’, alla comunità caudina. Il caso è molto delicato. La vicenda riguarda, infatti, una famiglia costretta a vivere all’interno di un furgone. Si tratta di padre, madre con tre figli. Due dei quali minorenni. Una delle quali, una ragazzina che frequenta le scuole dell’obbligo in uno dei paesi del comprensorio. Questa famiglia è costretta a vivere all’interno di un furgone per mancanza di mezzi di sostentamento.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia