Camere di commercio, appello dei presidenti: “No a fusioni”

601

Azzerare la riforma delle Camere di Commercio, approvata circa quattro anni fa e le fusioni tra enti camerali di piccole dimensioni, per salvaguardare i territori e le imprese. E’ quanto sostenuto dai presidenti di diciotto piccole Camere di Commercio che hanno sollecitato l’attenzione del Ministero per lo Sviluppo Economico: si tratta degli enti camerali di Massa Carrara, Pavia, Ferrara, Lucca, Pisa, Terni, Rieti, Frosinone, Teramo, Benevento, Oristano, Brindisi, Vibo Valentia, Crotone, Catanzaro, Ravenna, Parma e Verbania Cusio Ossola. Programmato oggi un incontro tra una delegazione di presidenti degli enti camerali e una rappresentanza istituzionale al Ministero per lo Sviluppo Economico, guidato da Luigi Di Maio.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia