Incompiuta piazza Duomo, servono nuove idee

1025

E’ una delle storiche incompiute della città. Per anni i detrattori anti-sistema lo hanno considerato un monumento sì, ma solo alla inefficienza amministrativa di chi si è succeduto alla guida di Palazzo Mosti. Ambizioni da kolossal, realtà da commedia all’italiana con avvocati e burocrati che per molto tempo hanno preso il posto di ingegneri e operai. E poi la gabbia di lamiera, lo sfregio a piazza Duomo che nell’ultima campagna elettorale diventò il ‘Mamozio’. Ora si vede almeno una luce in fondo al tunnel di piazza Duomo: si chiudono i lavori del II lotto. “La rimozione della gru è il segno – spiega a Il Sannio quotidiano l’assessore alle Opere pubbliche Mario Pasquariello – che sono praticamente giunti a conclusione i lavori all’interno del fabbricato a piazza Duomo”. La rimozione che sarà eseguita dalla ditta di Casalnuovo che ha operato sulla struttura è comunque laboriosa. Ma il vero problema riguarda il futuro dell’opera.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia