Sprar a San Chirico, il Viminale fa calare il sipario

866

Cala il sipario sulla possibilità di utilizzare la struttura di contrada San Chirico (ex conigliera e palestra) di proprietà di Mario De Minico per il servizio Sprar cioè la ospitalità e l’integrazione di 24 rifugiati, finanziato dal Ministero dell’Interno con un milione di euro per tre anni: proprio il Viminale ha comunicato il niet a Palazzo Mosti con posta certificata. Dopo apposita gara di appalto, il servizio era stato aggiudicato a luglio scorso alla cooperativa sociale Esculapio di Marano (che aveva indicato la struttura di contrada San Chirico per la ospitalità dei migranti. Contro questa ipotesi sono più volte intervenuti l’associazione Altrabenevento e il comitato dei residenti in contrada San Chirico che ha prodotto anche due esposti al Ministero per sostenere la non conformità di quell’edificio ai requisiti previsti dal manuale Sprar perché collocata in zona periferica senza adeguati servizi.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia