Dalla Persia colori in equilibrio

978

Già qualche mese fa quando, a pranzo dal mio amico Peppe Leone, ho conosciuto Vishka e Amir Sabet Azar sono rimasto ben impressionato dalla pittura di questi due giovani artisti persiani. Ospiti della signora Scrocco, del maestro Leone e accolti nel Palazzetto delle Arti FortoreSannio di Buonalbergo dall’amministrazione Panarese, Vishka e Amir sembrano abbiano trovato l’habitat ideale per realizzare le loro opere. Vederli lavorare su vari supporti in grandi dimensioni è proprio una bella emozione, senza volerlo, in modo del tutto spontaneo, si è presi e coinvolti nella loro poetica pittorica. Vishka ti parla con il sorriso e ti accompagna nei suoi quadri portandoti per mano, Amir già dentro i suoi quadri t’invitano a entrare. Pittura intensa quella dei fratelli persiani, ricca di memorie: “Da bambini – confida Vishka – dipingevamo e cercavamo di salvare i ricordi e le nostalgie con il linguaggio dei colori”, gli stessi che oggi vivono in assoluto equilibrio nella tavolozza di Vishka e Amir. Su incoraggiamento dei genitori, frequentano, giovanissimi, prima corsi di pittura e poi l’Accademia di Belle Arti.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi