Benevento, settimana chiave per il futuro di De Zerbi

1321

Altra giornata di silenzi, nessun vero segnale, ma nei prossimi giorni le carte verranno definitivamente scoperte. Per il momento, il futuro di Roberto De Zerbi non è ancora disegnato, anche se presto si inizieranno a delineare i contorni di una vicenda determinante per la prossima stagione. Finora il tecnico bresciano è rimasto sempre sul vago: al momento, pesano le parole, certamente non le intenzioni. Quelle si possono solo intuire dalle dichiarazione che periodicamente rilascia sul tema: «Non è una questione di categoria né economica, è una scelta che dipende solo da me e dalla mia capacità di ripartire la prossima stagione con gli stessi stimoli» è questo il concetto che l’allenatore giallorosso ha continuato a ripetere nelle ultime settimane, evidenziando quel disagio tipico di chi si trova davanti a un vero e proprio dilemma, a un bivio fondamentale per la propria carriera. Un mercato-allenatori che potrebbe ravvivarsi nelle settimane immediatamente successive alla fine del campionato c’entra poco, così come pure la possibilità che si liberino panchine di richiamo. De Zerbi è combattuto esclusivamente perché da un lato vorrebbe continuare a lavorare in un ambiente in cui si è trovato molto bene, soprattutto grazie ai rapporti stretti con il presidente Vigorito e il direttore sportivo Foggia; dall’altro è frenato perché teme gli strascichi di una retrocessione e di una stagione ricca di tormenti che potrebbero condizionare, almeno dal punto di vista delle motivazioni personali, anche il prossimo campionato. E’ dunque una questione di cuore, ma soprattutto di testa.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia