Botti illegali, due denunciati

793

Poche ore prima dei tradizionali festeggiamenti di Capodanno e per contribuire a far trascorrere la notte di fine anno in serenità ed all’insegna della sicurezza, i Carabinieri del Comando Provinciale di Benevento hanno continuato ad effettuare i controlli finalizzati a contrastare la vendita e l’uso dei fuochi illegali, proseguiti anche nel giorno di San Silvestro, e, dopo i sequestri dei giorni scorsi eseguiti a Benevento e Limatola, hanno compiuto altre due distinte operazioni rinvenendo e sequestrando materiale pirico ed esplodente per un peso totale di circa 400 kg e denunciando due persone. A Benevento, in contrada San Vito, infatti, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Benevento, hanno deferito in stato di libertà M.G. 28enne di Benevento, che è stato sorpreso detenere artifici pirotecnici di tipo proibito senza avere alcuna autorizzazione di P.S.. Rinvenuti fuochi pirotecnici per 40 chili. Ad Apollosa, in contrada San Giovanni, invece, i carabinieri della Stazione di San Leucio del Sannio, hanno rinvenuto in un terreno demaniale circa 350 kg di materiale pirotecnico tra cui anche 60 mortai, del diametro di 10 e 8 cm, ed alcune batterie di botti di vario tipo che erano stati approntati per l’accensione nella serata di fine anno in un terreno demaniale. I militari, dopo gli accertamenti del caso hanno provveduto a denunciare il responsabile L.M. un operaio di 45 anni del luogo per detenzione di materiale esplodente consistente in fuochi pirotecnici illegali.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia